5° EDIZIONE / 5.9 GIUGNO 2019

quinta edizione

CIVITANOVA FILM
FESTIVAL 20189

5 – 9 GIUGNO

Corti finalisti

THE ESSENCE OF EVERYTHING
di Daniele Barbiero

INANIMATE
di Lucia Bulgheroni

ALL THESE CREATURES
di Charles Williams

PARRU PI TIA
di Giacomo Boeri

SARÀ PER UN’ALTRA VOLTA
di Adriano Giannini

FRONTIERA
di Alessandro Di Gregorio

IL NOSTRO CONCERTO
di Francesco Piras

MERCURIO
di Michele Bernardi

LUCY
di Roberto Gutiérrez

EGG
di Martina Scarpelli

PATER FAMILIAS
di Giacomo Boeri

NON È AMORE QUESTO
di Teresa Sala

LA BÊTE
di Filippo Meneghetti

CIRCUIT
di Delia Hess

HAPPY HOUR
di Fabrizio Benvenuto

FUTURO PROSSIMO
di Salvatore Mereu

Premiati

MIGLIOR CORTO

Inanimate
di Lucia Bulgheroni

Katherine ha una vita normale, un lavoro normale,
un fidanzato normale e un appartamento normale.
Tutto nella sua vita sembra normale o almeno è quello che pensa fino al momento in cui tutto comincia a cadere letteralmente a pezzi…

PREMIO DEL PUBBLICO

Frontiera
di Alessandro Di Gregorio

Un adolescente al primo giorno di lavoro da necroforo
e un ragazzo alla prima missione da sommozzatore sono sul ponte di un traghetto diretto a Lampedusa.
Non si conoscono, ma quando metteranno piede sull’isola le loro vite cambieranno per sempre, in una sorta di balletto fra la vita e la morte, l’innocenza e la sua perdita.

PREMIO FANGO&ASSAMI

Egg
di Martina Scarpelli

Una giovane donna è sola in casa con un uovo. Lo mangia, si pente, lo uccide. Lascia morire l’uovo di fame. Egg è
un cortometraggio simbolico basato su un piccolo ma significativo momento di vita, un’analisi audace e fresca sul tema dell’anoressia.

MIGLIOR REGIA e
MIGLIOR SCENEGGIATURA

ALL THESE CREATURES
di Charles Williams

Il nonno di Jenny le fa vedere un mondo a colori ma per la piccola sarà presto il momento di scontrarsi con una triste e dolorosa realtà.

MIGLIOR ATTRICE

Barbara Apuzzo
Non è amore questo

Quattro giorni nella vita di Barbara, dentro la sua testa
e nella sua quotidianità. Le persone che incontra, ma anche lo spazio in cui si muove diventano specchi, occasione
di confronto tra il proprio sentire e le aspettative degli altri. Il racconto del suo passato, del suo presente, della sua intimità, ma soprattutto del suo desiderio, senza censure, senza paura di mostrarsi per quello che è.

MIGLIOR ATTORE

Luigi Sciamanna
Lucy

E’ la storia di Said, un sedicenne di origini egiziane appena arrivato a Roma. L’incontro con Mourad Cambiera’ la sua vita: “A volte per operare il bene serve un atto di estrema violenza”.

Galleria