5° EDIZIONE / 5.9 GIUGNO 2019

quarta edizione

CIVITANOVA FILM
FESTIVAL 2018

29 MAGGIO / 2 GIUGNO

Corti finalisti

A GENTLE NIGHT
di Qiu Yang

BIRTHDAY
di Alberto Viavattene

CHAMPION
di Mans Berthas

DENISE
di Rossella Inglese

GOOD NEWS
di Giovanni Fumu

IL NOSTRO LIMITE
di Adriano Morelli

L’AVENIR
di Luigi Pane

MOBY DICK
di Nicola Sorcinelli

MON AMOUR, MON AMI
di Adriano Valerio

OLVIDATE DE ESO
di Manuel Marini

PEGGIE
di Rosario Capozzolo

PIOVE
di Ciro D’Emilio

SETTE PASSI
di Matteo Graia

TABIB
di Carlo D’Ursi

THE COLORFUL LIFE OF JENNY P.
di Daniele Barbiero

59 SECONDI
di Mauro Carraro

AIRPORT
di Michaela Muller

FRAMED
di Marco Jemolo

IL BACIO
di Adriano Candiago

SIMPOSIO SUINO IN RE MINORE
di Francesco Filippini

THE N.A.P.
di Adolfo Di Molfetta

Premiati

MIGLIOR CORTO
E PREMIO DEL PUBBLICO

Tabib
di Carlo D’Ursi

27 aprile 2016 – Aleppo (Siria). L’Ospedale Al Quds è bombardato dalla forza aerea alleata. Durante l’attacco, l’ultimo pediatra rimasto in città muore. Questa è la storia degli ultimi minuti della sua vita.

PREMIO FANGOASSAMI

Mon amour, mon ami
di Adriano Valerio

Daniela e Fouad vivono a Gubbio, ma vengono entrambi dal mare: da Bari lei, da Casablanca lui. Hanno corpi provati da stenti e da una severa dipendenza dall’alcool. Si sono incontrati per caso ed è nata un’amicizia profonda e guaritrice, poi sfociata in una convivenza. Adesso che Fouad ha bisogno di un permesso di soggiorno, un matrimonio sembra la soluzione più semplice. Lei è d’accordo, ma a un passo dalle nozze l’ambiguità dei sentimenti di Fouad comincia a preoccuparla. Si può sposare per finta qualcuno che ti ama davvero?

MIGLIOR REGIA

The colorful life of Jenni P.
di Daniele Barbiero

Il nonno di Jenny le fa vedere un mondo a colori ma per la piccola sarà presto il momento di scontrarsi con una triste e dolorosa realtà.

MIGLIOR SCENEGGIATURA

L’Avenir
di Luigi Pane

“L’Avenir” è una storia d’amore ambientata a Parigi durante la triste notte degli attentati del 13 Novembre 2015. Una notte vista attraverso gli occhi e le voci di una giovane coppia in crisi, un ragazzo italiano e una ragazza francese entrambi residenti a Parigi, che costretti a restare barricati nel loro appartamento mentre fuori esplode la violenza più ingiustificata e crudele, cercheranno la forza per rinsaldare la loro unione.

MIGLIOR CORTO DI ANIMAZIONE

Framed
di Marco Jemolo

Framed è un noir satirico che indaga sul ruolo dell’individuo nella società. In una stazione di polizia, un pupazzo di plastilina si presenta per chiedere giustizia per gli abusi subiti: la sua nascita, la sua plasmazione, il suo lavoro forzato. Resterà intrappolato in un loop senza uscita.

MIGLIOR ATTRICE

Gaya Carbini
Denise

Denise è un’adolescente ossessionata dal giudizio degli altri. Consapevole di essere costantemente osservata da una telecamera, si mostra allo spettatore in maniera sfacciata e provocatoria.

MIGLIOR ATTORE

Ibrahim Keshkede
Sette passi

E’ la storia di Said, un sedicenne di origini egiziane appena arrivato a Roma. L’incontro con Mourad Cambiera’ la sua vita: “A volte per operare il bene serve un atto di estrema violenza”.

Galleria